Tendinite al dito

I tendini sono i tessuti che collegano i muscoli alle ossa: se feriti ripetutamente o usati eccessivamente possono andare incontro a tendinite.

Che cos’è la tendinite al dito?

Una tendinite è un’infiammazione a un tendine dovuta a una lesione o a un uso eccessivo. Quando coinvolge i tendini delle dita può causare dolore e rigidità quando esse si piegano.

Si parla più precisamente di tenosinovite se la guaina di tessuto intorno al tendine si irrita, mentre il tendine è in buona forma. Una forma di tenosinovite al dito è il cosiddetto dito a scatto, caratterizzato dalla posizione curva (come se si stesse per premere un grilletto) in cui il dito (in particolare il pollice), può risultare bloccato. 

Quali sono le cause della tendinite al dito?

La tendinite si verifica di solito quando si ferisce ripetutamente o si fa uso eccessivo di un tendine. Quella al dito, in particolare, può essere causata da sforzi ripetuti dovuti ad attività ricreative o lavorative. 

Si può essere più inclini alla tendinite se si soffre di diabete, artrite o gotta. I tendini diventano anche meno flessibili con l’età, quindi più si invecchia, maggiore è il rischio di tendinite.

Quali sono i sintomi della tendinite al dito?

I sintomi della tendinite alle dita possono manifestarsi quando si eseguono compiti che coinvolgono le mani e possono includere:

  • dolore che aumenta durante il movimento
  • un nodulo o una protuberanza dentro o intorno al tendine
  • dita gonfie
  • sensazione di crepitio o di schiocco quando si piega il dito
  • calore al dito interessato
  • arrossamento

Sono possibili sintomi di dito a scatto:

  • dito bloccato in posizione piegata
  • dolore più forte al mattino
  • dita che fanno rumore quando si muovono
  • presenza di una protuberanza nel punto in cui il dito si collega al palmo della mano

Diagnosi

Spesso il medico può diagnosticare la tendinite semplicemente attraverso un esame obiettivo durante la visita, ma in alcuni casi, può essere necessaria una radiografia o una risonanza magnetica per confermare la diagnosi.

Trattamento

Se la tendinite è lieve, molto probabilmente si può curare a casa. Per farlo è necessario:

  • tenere a riposo il dito ferito, cercando di evitare di usarlo
  • fermare il dito ferito fasciandolo accanto a quello sano vicino: ciò darà stabilità e ne limiterà l’uso
  • applicare del ghiaccio o del calore per alleviare il dolore
  • quando il dolore iniziale diminuisce, allungarlo e muoverlo
  • prendere dei farmaci da banco per alleviare il dolore

Se la tendinite al dito è grave e la fisioterapia non ha rimediato al dolore, potrebbe essere necessario un intervento chirurgico. Tre tipi di interventi chirurgici sono comunemente raccomandati in particolare in caso di dito a scatto:

  • a cielo aperto: in anestesia locale, si pratica una piccola incisione sul palmo della mano e poi si taglia la guaina del tendine per dare a quest’ultimo più spazio per muoversi, quindi si sutura la ferita;
  • percutaneo: anche in questo caso in anestesia locale, si inserisce un ago nella parte inferiore del dito per tagliare la guaina del tendine. Questo tipo di chirurgia è mininvasivo
  • Tenosinoviectomia: se le due precedenti opzioni non sono indicate, si può optare per questa, che consiste nell’asportazione di una parte della guaina del tendine, permettendo al dito di muoversi liberamente.

La tendinite si verifica di solito quando si ferisce ripetutamente o si fa un uso eccessivo di un tendine. I tendini sono i tessuti che attaccano i muscoli alle ossa.

La tendinite al dito può essere causata da sforzi ripetuti dovuti ad attività ricreative o lavorative. Se pensate di soffrire di tendinite, andate dal vostro medico. Probabilmente vi suggeriranno una terapia fisica per aiutarvi con i vostri sintomi. Lesioni gravi del tendine possono richiedere un intervento chirurgico.

Tendinite

La tendinite si verifica quando i tendini si infiammano a causa di una lesione o di un uso eccessivo. Questo può causare dolore e rigidità alle dita quando si piegano.

Spesso il medico può diagnosticare la tendinite attraverso un esame. In alcuni casi, può essere necessaria una radiografia o una risonanza magnetica per confermare la diagnosi.

C’è la possibilità che il vostro dolore tendineo possa essere causato da tenosinovite. La tenosinovite si verifica quando la guaina di tessuto intorno al tendine si irrita, ma il tendine stesso è in buona forma.

In caso di diabete, l’artrite o la gotta, si può essere più inclini alla tendinite. I tendini diventano anche meno flessibili con l’età. Più si invecchia, maggiore è il rischio di tendinite.

Sintomi di tendinite al dito

I sintomi della tendinite alle dita possono manifestarsi quando si eseguono compiti che coinvolgono le mani. I sintomi possono includere:

dolore che aumenta durante il movimento

un grumo o un urto dentro o intorno al tendine

dita gonfie

sensazione di screpolatura o di schiocco quando si piega il dito

calore al dito interessato

arrossamento

Dito a scatto

Il dito a scatto è un tipo di tenosinovite. È caratterizzata dalla posizione curva (come se si stia per premere un grilletto) in cui il dito o il pollice possono essere bloccati. Può essere difficile per voi raddrizzare il dito.

Potreste avere il dito a scatto se:

il dito è bloccato in posizione piegata

il dolore è più forte di mattina

le dita fanno rumore quando si muovono

si è formato un bernoccolo dove il dito si collega al palmo della mano

Trattamento della tendinite alle dita

Se la tendinite è lieve, molto probabilmente si può curare a casa. Per curare le piccole lesioni tendinee delle dita è necessario:

Riposare il dito ferito e cercate di evitare di usarlo.

Attaccare il dito ferito a quello sano accanto ad esso. Questo darà stabilità e ne limiterà l’uso.

Applicare del ghiaccio o del calore per alleviare il dolore.

Allungatelo e spostatelo quando il dolore iniziale diminuisce.

Prendete dei farmaci da banco per alleviare il dolore.

Chirurgia per il dito a scatto

Se la tendinite al dito è grave e la terapia fisica non ha rimediato al dolore, potrebbe essere necessario un intervento chirurgico. Tre tipi di interventi chirurgici sono comunemente raccomandati per il dito scatto.

Chirurgia a cielo aperto. Utilizzando un anestetico locale, il chirurgo pratica una piccola incisione sul palmo della mano e poi taglia la guaina del tendine per dare al tendine più spazio per muoversi. Il chirurgo utilizzerà dei punti di sutura per chiudere la ferita.

Chirurgia a rilascio percutaneo. Questo intervento viene anche eseguito con un anestetico locale. Il chirurgo inserisce un ago nella parte inferiore della cifra per tagliare la guaina del tendine. Questo tipo di chirurgia è minimamente invasivo.

Tenosinnovectomia. Un medico raccomanderà questa procedura solo se le prime due opzioni non sono adatte, come nel caso dell’artrite reumatoide. La tenosinnovectomia consiste nell’asportazione di una parte della guaina del tendine, permettendo al dito di muoversi liberamente.

Prevenire la tendinite

Per prevenire la tendinite alle dita, fare pause periodiche quando si eseguono compiti ripetitivi con le mani o con le dita, come la digitazione, l’esecuzione di lavori di montaggio o la realizzazione di lavori artigianali.

Suggerimenti per prevenire lesioni:

Allungare periodicamente le dita e le mani.

Regolare la sedia e la tastiera in modo che siano ergonomiche.

Assicuratevi che la vostra tecnica sia corretta per il compito che state svolgendo.

Cercate di cambiare i vostri movimenti quando possibile.

Perspettive

Se il dolore della tendinite alle dita è minore, riposando e facendo impacchi di ghiaccio al dito, è probabile che possa guarire nel giro di un paio di settimane. Se il dolore è intenso o non migliora con il tempo, si consiglia di consultare un medico per determinare se la lesione richiede una terapia fisica o un intervento chirurgico.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

X
Add to cart